Commenti disabilitati su Allergie alimentari, intolleranze alimentari o disordini funzionali?

Allergie alimentari, intolleranze alimentari o disordini funzionali?

Il termine “allergia alimentare” è ampiamente utilizzato per tutti i sintomi e le malattie causate dal cibo. L’allergia alimentare (FA) è una reazione avversa al cibo (ipersensibilità al cibo) che si verifica nei soggetti sensibili, e che è mediata da un classico meccanismo immunitario specifico per il cibo. Il tipico meccanismo di FA è dovuto alla presenza di anticorpi IgE specifici per quel determinato alimento. Le intolleranze alimentari (FI) non sono mediate da delle reazioni immunitarie avverse. I sottogruppi di FI possono essere di origine enzimatica (p.e. intolleranza al lattosio dovuta ad una mancanza di lattasi), farmacologiche (reazioni contro ammine biogeniche, intolleranza alle istamine), e tolleranze alimentari indefinite (contro alcuni additivi alimentari). La diagnosi delle FA mediate da IgE è eseguita con lo studio attento dalla storia alimentare del soggetto, supportata dalla dimostrazione di una sensibilizzazione agli anticorpi IgE attraverso dei test sia sulla pelle che in vitro, e confermati dalla positività del test di provocazione orale. Per scopi scientifici il solo test accettato per la conferma delle FA o FI è quello eseguito in doppio cieco, con dei challenge alimentari con il controllo del placebo (BDPCFC). Un gruppo di allergeni ricombinati, prodotto come una singola molecola allergenica, potrebbe in futuro essere untile al miglioramento della diagnosi delle FA mediate dagli anticorpi IgE. Al momento l’eliminazione dell’allergene alimentare colpevole dalla dieta resta l’unica opzione terapeutica per quei pazienti con allergie alimentari gravi.
Wüthrich B.
Praxis (Bern 1994). 2009