schiena
Commenti disabilitati su Anti-infiammatori e riabilitazione muscolare

Anti-infiammatori e riabilitazione muscolare

I farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) sono ampiamente consumati dagli atleti di tutto in mondo per combatter le lesioni muscolari e il dolore. Lo scopo di questa review è quello di fornire una panoramica sugli studi che analizzano gli effetti dei FANS sul muscolo scheletrico, in particolar modo nel processo di riparazione muscolare. Gli infortuni muscolari si verificano in diverse situazioni e la natura stessa di questi infortuni varia enormemente, complicando ancora di più l’estrapolazione dei dati sperimentali e i modelli di vita reale?. Le classiche lesioni muscolari sono generate da sforzi muscolari e si verificano nell’interfase tra le fibre muscolari e il tessuto connettivo, più spesso nella giunzione mio tendinea, mentre le contusioni e le lesioni da sovraccarico possono causare danni sia alle miofibre che al tessuto connettivo intramuscolare. Il ruolo dei FANS nella riparazione muscolare è complicato dai differenti tipi d’infortunio, alle variabili analizzate, e al tempo selezionato per le valutazioni. Mentre i pattern temporali che influenzano i FANS nella riparazione muscolare è difficile da stabilire, sembra che un potenziale effetto benefico dei FANS nella fase iniziale della lesione non venga mantenuta nel lungo periodo o addirittura si verifica un deficit della riparazione muscolare nel lungo periodo. A livello cellulare, ci sono prove esistenti di un’influenza negativa dei FANS sulla popolazione di cellule muscolari staminali (cellule satellite). A livello strutturale, è noto che il tessuto muscolare connettivo subisce un modellamento significativo durante la rigenerazione muscolare, ma il potenziale di esposizione ai FANS in grado di modificare questa risposta nell’uomo deve essere indagato.
Mackey AL, Mikkelsen UR, Magnusson SP, Kjaer M.
Scand J Med Sci Sports. 2012