bmi
Commenti disabilitati su Cos’è il BMI (o IMC) e a cosa serve?

Cos’è il BMI (o IMC) e a cosa serve?

Il BMI o per meglio dire il IMC (indice di massa corporea) è un importante indicazione per tutta la popolazione sedentaria e/o moderatamente attiva dai 18 ai 65 anni (dato ritenuto non indicativo per atleti e donne in stato interessante e comunque sia sempre da “incrociare” con la circonferenza della vita e il rapporto vita/fianchi).
Da questo dato possiamo trarre utili indicazioni per la valutazione dei rischi correlati al sovrappeso e all’obesità (malattie metaboliche in primis).
Calcolarlo è semplicissimo, basta dividere il proprio peso con la propria altezza elevata al quadrato ma…facciamo un esempio pratico:

-Signora Rossi, 44 anni, segretaria, donna moderatamente attiva, nessuna attività sportiva recente, 1,63m per un peso di 67kg.  Moltiplicare quindi 1,63 (la sua altezza in metri) X 1,63, ottenendo 2,6569 e successivamente dividere il proprio peso in Kg con il dato appena trovato (67/2,6569). Con quest’ultima divisione la Sig.ra Rossi avrà quindi scoperto il suo BMI, per un valore pari a 25,21.

Ora la Sig.ra Rossi dovrà solamente controllare in quale delle seguenti fasce di peso è inclusa e scoprire quindi la relativa categoria di appartenenza.
L’OMS (organizzazione mondiale della sanità) ha stabilito l’esistenza di 7 categorie, che vado ad elencare:

cicronf

-Grave magrezza (meno di 16)
-Sottopeso (da 16 a 18,49)
-Normopeso (da 18,50-24,99)
-Sovrappeso (da 25-29,99)
-Obesità 1° grado (da 30,00-34,99)
-Obesità 2° grado (da 35,00-39,99)
-Obesità 3°grado (oltre i 40)

Dagli ultimi studi risultano comunque essere valori ideali di 22,5 per l’uomo e 21 per la donna, sia in merito al controllo dell’insorgenza di malattie cardiovascolari che di quelle metaboliche.

“Tratta bene il tuo corpo: è l’unico posto che hai per vivere”