Commenti disabilitati su Esercizio intermittente ad alta intensità e perdita di grasso

Esercizio intermittente ad alta intensità e perdita di grasso

L’ennesima ricerca proveniente della “fertile” Università del New South Wales di Sydney, risalente a circa 15 anni, indaga sull’effetto che le pratiche di allenamento ad alta intensità, in modalità intermittente, hanno sulla perdita di grasso corporeo.

Leggete qui…

 

L’effetto del regolare esercizio aerobico sul grasso corporeo è

trascurabile, tuttavia, altre forme di esercizio fisico possono avere un

impatto maggiore sulla composizione corporea. Per esempio,l’attività intermittente ad alta intensità (HIIE).

Questa pratica di allenamento risulta essere più efficace nel ridurre il grasso corporeo

sottocutaneo e addominale rispetto ad altri tipi di esercizio. I

meccanismi alla base della riduzione di grassi indotta da HIIE,

tuttavia, sono attualemente sconosciuti. HIIE regolare ha dimostrato di aumentare

significativamente sia la condizione aerobica che quella anaerobica. L’HIIE inoltre riduce

significativamente la resistenza all’insulina e l’adattamento del muscolo scheletrico indotto da questa attività favorisce una maggiore ossidazione di grassi e una migliore

tolleranza al glucosio.

Boutcher SH.

 

Mie conclusioni: il classico allenamento aerobico è relegato sempre più ad attività complementare in una programmazione per il dimagrimento, lasciando spazio ad attività di carattere aerobico-anaerobico alternate e attività ad alta intensità di carattere anaerobico, sia intervallate che intermittenti (nel caso sopracitato).

Questo non significa che non si debba più correre o pedalare, ma solo che si deve necessariamente comprendere che un alto consumo calorico diretto non è l’unica risposta (ne tantomeno una delle più importanti) alla domanda che ci poniamo.