Commenti disabilitati su Frequenza cardiaca e concentrazione di lattato nelle giocatrici di basket.

Frequenza cardiaca e concentrazione di lattato nelle giocatrici di basket.

“L’obiettivo di questo studio è stato quello di esaminare la domanda fisiologica e i pattern di movimento delle giocatrici di basket. Alla ricerca hanno partecipato nove donne. Sono state analizzate delle partite ufficiali ed sono stati determinati: i movimenti principali, la frequenza cardiaca e i valori di lattato ematico delle atlete. I principali risultati mostrano che le giocatrici hanno svolto una media di 652 +/- 128 movimenti per gara, cioè uno ogni 2,82 secondi. La frequenza cardiaca media è stata di 165 +/- 9 bpm (89% della FCmax). La concentrazione media del lattato è stata di 5,2 +/- 2,8 mmol/l (55,9% della massima concertazione di lattato). Inoltre, la frequenza cardiaca è stata significativamente maggiore nel primo tempo rispetto al secondo. Questi risultati indicano: un maggiore carico fisiologico rispetto a quello registrato negli studi precedenti (Beam & Merrill, 1994; McArdle et al., 1971…vecchio regolamento di gioco!), e una minore frequenza di movimento rispetto ai maschi (Ben Abdelkrim et al., 2007). Queste considerazioni dovrebbero essere tenute in considerazione dai preparatori atletici di basket”
Matthew D, Delextrat A.
J Sports Sci. 2009 Jun;

 

Le mie considerzioni: ricerca sicuramente molto interessante, anche se per onestà intellettuale,  c’è da dire che il campione utilizzato per reperire i dati è sicuramente un pò esiguo. Da sottolineare il grosso gap esistente in merito alla frequenza dei movimenti tra basket maschile e femminile (997+/-183 McInnes Vs 652 +/- 128 registrati in questo studio, 1994), determinati da una maggiore velocità del gioco e supportati da un’elevata differenza nei valori di forza, in tutte le sue forme. Questo fa si che in futuro, si debba dare necessariamente maggiore importanza alla forza, in particolare alla forza rapida, f. esplosiva e f. dinamico massima.