Commenti disabilitati su Il basket e i “soliti Italiani”…

Il basket e i “soliti Italiani”…

Ieri sera guardando la nazionale di pallacanestro agli europei di Siauliai su rai.tv (pensa te come ci siamo ridotti!) ho pensato che se non fosse stato per la “bravura delle mamme” di Bargnani, Gallinari e Belinelli la nostra nazionale sarebbe stata in grosse difficoltà nell’affrontare il Bangladesh, non la Germania di “Wunder Dirk”, e nonostante tutto siamo già virtualmente eliminati dopo appena 2 partite…

Il buon Meneghin in un intervista ha dichiarato che la nostra nazionale non è competitiva ai massimi livelli perchè non ha centimetri e Kg ed io penso che questa sia una mezza bugia (anzi 3/4 di bugia) per coprire 1 milione di nefandezze compiute negli ultimi 10 anni dal nostro movimento e dal CONI.

Guardando la partita contro la Serbia io non direi che la sconfitta sia arrivata per una “mancanza di cm e Kg” ma piuttosto per un torello di nome Macvan, che rende almeno 6 o 7 centimetri al nostro Bargnani, e una guardia di 85 Kg bagnati (Stepic) che ci hanno letteralemente spaccato in 2 come fossimo una mela!

Inutile dire che giochiamo con una ala piccola di 209 cm (che non ha nessuna nazionale ha!…Gallinari), e che il cambio in questo ruolo è alto 203 (Da Tome) ed i alternativa possiamo pure impiegare un 202, che porta persino spalle a canestro i propri avversari per sfruttare oltre che la sua tecnica in post basso anche le sue lunghe leve (Mancinelli)…questione di centimetri e Kg?

Inutile dire che nel ruolo di guardia giochiamo con un giocatore alto 196 cm con 2 spalle “da paura” (Belinelli) e che il playmaker sia un “colored” dalle spiccate doti atletiche e fisiche, anche lui ben oltre i 190 cm. In alternativa possiamo schierare Marco Carraretto, che non scredo sia mai  “andato sotto fisicamente” neppure nelle più infuocate partite di Eurolega e Marco Mordente, famoso per la sua grinta quindi non propriamente un giocatore “tenero”.

Inutile dire che Andrea Bargnani sia uno dei giocatori più alti di questo europeo con i suoi 214cm e che Marco Cusin abbia quantomeno fisicamente la possibilità di “tener botta” con tutti!

Problemateche legate alle nostre “dimensioni”? Io direi più che altro che il problema è di una terrificante assenza di qualità e di esperienza…

Teodisic sembrava giocare con Maestranzi e Hackett come io gioco con un gatto…e non è che Teodosic sia superiore fisicamente anzi, non è altro che la reincarnazione di Jasikevicius, salta 2 cm da terra e va a 2 Km/h, però a livello “5 stelle”…i nostri esterni invece a livello “ostello della gioventù”!

Quindi dico:

-ma è possibile che la Fip e il Coni si debbano appellare alle nostre mamme?

-ma è possibile che ci si nasconde dietro ad un dito?

-ma è possibile non trovare un accordo sul numero di stranieri “sostenibile” per dare maggior spazio ai nostri giocatori?

-ma è possibile che ancora non sia mutato il progetto “easy basket”, a mio avviso totalmente inutile da tutti i punti di vista?

-ma è possibile che non si riesca ad ottenere una diretta di campionati europei su un servizio pubblico?

-ma è possibile che il Coni non riesca ad organizzare un corso VALIDO (e ripeto VALIDO!) coinvolgendo istruttori (non quelli delle società sportive…ma come si fa!) provenienti da Scienze Motorie?

-ma è possibile che il Coni debba interferire con la scuola nell’assegnazione dei docenti per corso di Alfabetizzazione Motoria (sistemando questo, quello e quell’altro…)

-ma è possibile che a livello istituzionale, non facendo nulla di sensato per lo sviluppo dei nostri giovani talenti, si pretendano pure risultati sportivi?

Le mie considerazioni: come diceva il buon vecchio Gino Bartali “l’è tutto da rifare!”.