Commenti disabilitati su Il “Tacco 12″ e le Scale. Vediamo che succede!

Il “Tacco 12″ e le Scale. Vediamo che succede!

Lo scopo di questa ricerca è stato quello di analizzare l’effetto dell’altezza del tacco delle scarpe sui parametri cinetici e cinematici di 16 donne giovani e di 11 anziane. La cinetica e la cinematica è stata analizzata mentre i soggetti salivano dei gradini (ad una velocità liberamente scelta) in due condizioni: indossando delle scarpe con il tacco basso (LHS) e dei modelli con il tacco alto (HHS). Le ragazze hanno mostrato delle maggiori modificazioni della forza e del momento del ginocchio e dell’anca sul piano frontale e su quello trasverso. Sono stati registrati alcune modificazioni nella forza delle articolazioni. Il gruppo di donne anziane, mentre ha svolto la prova con i tacchi alti, ha mostrato una durata maggiore nella fase di doppio appoggio, una maggiore flessione del tronco laterale, una rotazione interna delle anche e una minore adduzione delle anche. La maggior parte delle differenze emerse dall’analisi delle articolazioni sono state quelle riferite alle anche e al ginocchio sia nelle condizioni di LHS che in quelle di HHS. Invece, sono state riscontrate delle differenze del momento della forza solamente nell’articolazione dell’anca durante l’esecuzione delle prove HHS. L’interazione tra l’altezza del tacco e l’età ha mostrato che l’influenza dell’altezza del tacco sulla rotazione del tronco, sull’abduzione/adduzione dell’anca e sulla forza dell’anca sul piano frontale, sia dipendente dall’età del soggetto. Questo fenomeno suggerisce che durante la salita delle scale, le donne giovani e quelle anziane, mentre indossano delle calzature con i tacchi alti, adattino il controllo posturale e la loro andatura. Hsue BJ, Su FC. J Electromyogr Kinesiol. 2008