download (2)_e
Commenti disabilitati su Italiani più sportivi? Lo sostiene il Censis

Italiani più sportivi? Lo sostiene il Censis

Il Censis riporta le abitudini degli italiani in ambito “sport & fitness” in un suo recente studio. Lo scenario emerso presenta molti fattori positivi per la “lotta contro la piaga della sedentarietà”.

Dallo studio è emerso che il 60% degli italiani pratica sport o esercizio fisico e che solo il 45% di questa fetta di popolazione attiva fa riferimento a un esperto, ovvero un medico, un allenatore o un professionista dell’esercizio fisico.
La popolazione sedentaria è ancora piuttosto numerosa, ed è composta dal 21% di individui che non avrebbe alcuna voglia di “attivarsi”, mentre il 47% non ha escluso tale possibilità e si ritiene aperto all’idea di cambiare stile di vita e “mettersi in moto”.

Altro dato interessante è rappresentato dal 30% dei sedentari che comincerebbe a svolgere attività fisica se un esperto gli fornisse indicazioni e consigli adeguati.

Le motivazioni che contribuirebbero a modificare lo stile di vita degli italiani sarebbero da attribuirsi ad una maggiore informazione sul rapporto tra “prevenzione-esercizio fisico”, fornita soprattutto dai media e dai canali di informazione web.

Nonostante tutto il medico è ancora la figura più convincente, infatti il 35% delle persone ritengono di aver assunto uno stile di vita più salutare a scopo preventivo ha seguito di consigli del proprio medico di base, contro l’11% che si è lasciato positivamente influenzare da campagne informative o da indicazioni diffuse dai media.

Altro positivo dato è legato alla situazione economica del nostro paese e alle ripercussioni in termini di abbandono che è riscontrato nel mondo del fitness e dello sport, che pesa solo il 22% contro il 45%, per fare solo un esempio, che ha rinunciato “all’uscita al ristorante”. Infine, un ultimo dato: l’88% dei genitori fa regolarmente svolgere sport ai propri figli.

“La sedentarietà è realmente la malattia del secolo, la patologia dell’individuo che, chiuso nel suo soggettivismo, per non affrontare i propri limiti finisce per non conoscere nemmeno le proprie potenzialità» cit. Giuseppe De Rita, Presidente del Censis.

Fonti: 34° Congresso nazionale della Federazione Medico Sportiva Italiana,  “Sport, medicina e società italiana”, Catania 23-26 ottobre 2014.

“Tratta bene il tuo corpo: è l’unico posto che hai per vivere”