Commenti disabilitati su Privazione intermittente di cibi appetitosi in regime di dieta

Privazione intermittente di cibi appetitosi in regime di dieta

La dieta per il controllo del peso corporeo comporta cicli di deprivazione da cibi appetitosi che possano promuovere un’alimentazione compulsiva. Il presente studio mostra che i topi a cui è stato negato il consumo di cibo appetitosi in maniera intermittente hanno mostrato una sovralimentazione quando, le cavie, hanno avuto la possibilità di mangiare nuovamente il cibo appetitoso ed è stato notato un aumento del rilascio della corticotropina (CRF1), antagonista dei recettori comportamentali reversibili, inclusi quelli dell’ipofagia, del deficit motivazionale (determinato dall’assunzione di un cibo meno appetibile), inoltre, è stato registrato un comportamento ansiogeno. La privazione è stato associata da un aumento dell’espressione del CFR e del CFR(1). Proponiamo che l’assunzione di un’anti-ricompensa, durante il periodo di deprivazione di cibo appetitoso, possa promuovere un’alimentazione compulsiva basata esclusivamente su cibi appetitosi, a causa di uno stato emotivo negativo determinato dall’impedimento dell’assunzione di cibo appetibile. Proc Natl Acad Sci U S A. 2009 Cottone P, Sabino V, Roberto M, Bajo M, Pockros L, Frihauf JB, Fekete EM, Steardo L, Rice KC, Grigoriadis DE, Conti B, Koob GF, Zorrilla EP.