Commenti disabilitati su Professional poker players, professione ad alto rischio? Si, per la salute!!! Parte II°(end)

Professional poker players, professione ad alto rischio? Si, per la salute!!! Parte II°(end)

-Soluzioni

Sicuramente l’inattività fisica forzata, come abbiamo visto nel precedente articolo, genera grossi danni alla nostra salute ma, fortunatamente,  non tutti gli effetti avversi generati sono irreversibili (eccetto particolari casi legati ad altre componenti come per esempio,  l’avanzamento dell’età). Quindi? Come porre rimedio al problema e come approcciare ad un programma di esercizio fisico regolare senza intaccare il proprio “business plan”???

1)Idee chiare e semplici: organizza con un trainer un programma preciso da svolgere, bastano poche lezioni per essere sufficientemente pronto per gestirti autonomamente

2)piano nutrizionale: non c’è bisogno di uno stretto regime (che poi è impossibile da mantenere per le ragioni già citate…) ma di 3 o 4 “imbeccate” sul quello che si deve fare, nella maniera più semplice e più “elastica” possiblie (soprattutto per “il quando”)

3)controllo periodico e consulenza on-line: fatti monitorare con cadenza mensile (per i più attenti al proprio corpo) e rinnova, in base ai risultati ottenuti, il tuo programma di allenamento direttamente on-line, servendoti di una consulenza rapida, veloce e professionale. Per i più esigenti e per i grinder più bisognosi di un intervento di un trainer qualificato il mio consigliato è quello di pianificare un intervento annuale.

“Investire su se stessi non è una cattiva idea…”

Ciao