Commenti disabilitati su Ridurre l’apporto calorico aumenta l’aspettativa di vita?

Ridurre l’apporto calorico aumenta l’aspettativa di vita?

Un ridotto apporto energetico, o una restrizione calorica (CR), è noto che aumenti la durata della vita e diminuisca il declino fisiologico dell’inviecchiamento in una miriade di specie, inclusi i vermi, le mosche, i pesci e i topi. L’esatto meccanismo mediante il quale un ridotto CR estende la vita e migliora la salute non è ancora del tutto chiaro. La CR tuttavia ha mostrato migliorare la sensibilità all’insulina, di ridurre lo stresso ossidativo e di alterare la risposta neuroendocrina e la funzione del sistema nervoso centrale (CNS) negli animali. In questo articolo verranno analizzate in maniera dettagliata, gli effetti della CR sulla fisiologia degli animali e verranno proposte alcune teorie che potrebbero spiegare la relazione tra il ridotto apporto calorico e un allungamento della qualità della vita e una migliore qualità della salute. Una migliore conoscenza di come l’apporto energetico possa influenzare i processi dell’invecchiamento possono portare alla formulazione di nuove strategie terapeutiche che siano in grado di ridurre il declino correlato all’età e di aumentare la qualità della vita.
Martin B, Golden E, Egan JM, Mattson MP, Maudsley S.
IBS J Sci. 2007 Sep