Commenti disabilitati su Squat Jump Vs Carichi pesanti: effetti sulla Sprint Ability

Squat Jump Vs Carichi pesanti: effetti sulla Sprint Ability

Interessante  studio per indagare le dinamiche che coinvolgono una migliore risposta in merito alla SA (sprint ability). Leggiamo insieme…

L’allenamento per l’aumento di potenza (Pmax) non è stato studiato in maniera specifica dai ricercatori. In questo studio abbiamo identificato il Pmax di ogni soggetto durante l’esecuzione di un allenamento isoenerziale con i sovraccarichi e successivamente lo abbiamo correlato con le modificazioni della forza e della performance di sprint. Alla ricerca hanno partecipato 18 giocatori di rugby che sono stati assegnati in maniera casuale in 2 gruppi. Entrambi i gruppi hanno seguito un allenamento con Volume uguale, per un periodo di 7 settimane, di squat jump con carichi pesanti (80% 1RM) o alla Pmax di un carico determinato individualmente (compreso tra 20,0 – 43,5% 1RM). La performance è stata misurata con i valori massimali (1 RM), la massima potenza espressa al 55% del valore di 1RM pre training, e il tempo di sprint sui 10 e sui 30 metri. Le percentuali dei cambiamenti sono state standardizzate per evitare delle interferenze nei dati. La relazione tra le modificazioni di queste variabili sono state espresse come correlazioni. Il tempo di sprint sui 10 m ha mostrato importanti miglioramenti nel gruppo 80% 1RM (-2,9 + / – 3,2%) e gruppo Pmax (-1,3 + / – 2,2%), e sono stati riscontrati dei miglioramenti simili nel tempo sui 30 metri (-1,9 + / – 2,8 e -1,2 + / – 2,0%, rispettivamente). Le motivazioni che stanno alla base delle differenze nel miglioramento del tempo di sprint tra i gruppi non sono chiare. E’ stata riscontrata una piccola-moderata correlazione tra i cambiamenti di 1RM e quelli del tempo di sprint (r approssimativamente -0,30) nel gruppo combinato che ha fornito la prova delle associazioni di adattamento tra i valori di forza e di potenza e la performance di sprint. Concludendo, sembra che l’allenamento con carichi che massimizzino il picco di potenza individuale per questo esercizio (svolto da atleti di una squadra professionistica) non abbiano effetti significativi sul miglioramento dello sprint ability, e che i cambiamenti della potenza espressa non sono solitamente collegati con le modificazioni dello sprint ability.
Harris NK, Cronin JB, Hopkins WG, Hansen KT.
J Strength Cond Res. 2008