download_e
Commenti disabilitati su Svelato il segreto degli atleti Kenioti?

Svelato il segreto degli atleti Kenioti?

Da una pionieristica ricerca nel campo della fisiologia condotta della Facoltà di Scienze Motorie dell’Università dei Paesi Baschi (UPV-EHU) emergerebbe il segreto del dominio “keniota”  nelle prove di endurance.

L’equipe del Doc. Jordan Santos-Concejero ha testato un campione di 15 corridori keniani d’elite, tutti originari della tribù Kalenjin, con personal best sulla Mezza Maratona compreso tra  1:01 e 1:03 (!!!). Gli atleti in questione sono stati sottoposti ad una prova massimale sui 5Km e ad un test incrementale massimale. Sono state analizzate ossigenazione cerebrale (con la Nirs, spettroscopia infrarossi) e ossimetria in real-time durante entrambi le prove.

Gli atleti “Kalenjin” avrebbero mantenuto stabile l’ossigenazione durante la prova dei 5Km, ribaltando i dati presenti in letteratura fino ad oggi.

Solitamente, quando l’ossigenazione cerebrale del lobo prefrontale diminuisce, di pari passo cala l’attività neuronale. Questa zona è strettamente legata al controllo del movimento e al processo decisionale. La riduzione del attività neuronale spiegherebbe perciò il calo di prestazioni osservata negli atleti europei nelle prove di endurance, diminuzione che non colpirebbe gli atleti Kenioti e che giustificherebbe per gran parte le loro incredibili performance.

Jordan Santos-Concejero, François Billaut, Lara Grobler, Jesús Oliván, Timothy David Noakes, Ross Tucker. Journal of Applied Physiology. 20 November 2014.

“Tratta bene il tuo corpo: è l’unico posto che hai per vivere”